Fermiamo le Banche! Banken in die Schranken!

Petizione:
Fermiamo le Banche!

Giustizia per il cittadino anziché (in)giustizia delle banche

La società civile dovrebbe decidere le regole nel settore finanziario e non viceversa. Le banche devono servire l'uomo.


Giusta distribuzione dei patrimoni

Il patrimonio finanziario dovrebbe essere adeguato alla prestazione di ognuno. L'accrescimento del patrimonio senza impegno di lavoro o prestazione aumenta la distanza sociale fra ricchi e poveri. È urgentemente necessario opporsi e contrastare questo sviluppo.


Il sistema bancario al servizio dell'economia reale
Basta con la speculazione bancaria

Innanzitutto è necessario separare le banche commerciali dalle banche d'investimenti. Lo Stato non dovrebbe dare garanzie per le operazioni speculative delle banche d'investimenti. Gli istituti finanziari come gli hedge funds e le società di private equity, le transazioni off-shore e derivati non creano valori reali bensì danneggiano la società civile.


Porre fine alla fatale politica del denaro

Le iniezioni di liquidità della Banca Centrale Europea non sono una soluzione. Non è possibile così correggere gli errori del sistema finanziario. La creazione del denaro non deve venire ceduta alle banche orientate solo al profitto, ma deve venire gestita da istituzioni di pubblica utilità.


Stop alla speculazione con risorse essenziali per la vita

La speculazione con i prodotti alimentari e le materie prime con la conseguente scommessa sui prezzi che mette in difficoltà l'economia reale ed aumenta la fame nel mondo deve finire. Il mercato globale dei titoli deve essere come un gioco a somma zero, cioè i patrimoni dell'economia reale non devono venire trasferiti nel mercato dei titoli. Al contrario, i patrimoni del mercato dei titoli devono venire ricondotti all'economia reale tramite forme di investimento ragionevoli ed avvedute. Lo Stato tuttavia non dovrà per questo contrarre dei debiti.


Autodeterminazione per tutti in Europa

L'introduzione dell'Euro e di molte convenzioni della Comunità Europea è stata effettuata senza il consenso dei cittadini dei paesi europei. In base al diritto all'autodeterminazione chiediamo l'attuazione di diversi referendum. Ogni paese ha il diritto di decidere sul proprio bilancio dello stato, sulla propria economia politica e di conseguenza anche sulla propria valuta. No al meccanismo europeo di stabilità (ESM), al Patto Fiscale e alle istituzioni non legittimate democraticamente.

Pin It

Quale sarebbe il vostro contributo:

  1. Firmate la petizione.

  2. Mandate l'indirizzo della presente pagina web a tutti i siti internet dei media che conoscete nella vostra lingua.

  3. Costituite un link col il nostro logo per collocarvi come sostenitori della petizione nella lista sottostante, con la presenza del vostro proprio logo che funge da accesso al vostro sito.

  4. Attirate l'attenzione dei vostri amici e conoscenti sulla petizione via e-mail e via Facebook, Twitter, ecc.

  5. Mandateci indirizzi di organizzazioni che potrebbero essere interessati a questa iniziativa.

  6. Siete benvenuti ad aiutarci e a collaborare con noi, abbiamo tanto lavoro per tutti.
    Contattateci.

  7. Affidate il vostro voto esclusivamente ai partiti che s'impegnano decisamente contro le pratiche neoliberali e che intendono impedire i redditi derivanti esclusivamente da patrimonio senza prestazione di lavoro.
fermiamo-le-banche.net è supportato da:
Positive Money Sensible Money
Ons Geld beweging PositivaPengar
Verein Monetäre Modernisierung Occupy Money
Positive Money New Zealand Geld mit System
Bewegung 5 Sterne Deutschland TV Orange
The Rosetta Foundation  

Tifosi privati:

James Robertson Das liebe Geld
 

 

About us:

"Banks need Boundaries!" grew out of "Banken in die Schranken!", a group of European money-reform activists. We launched several petitions in different languages and enjoy collecting ideas and providing resources. Particularly useful if you want to set up alternative currencies, petition your government, or are enthusiastic about Plain Money.

 

Wolfgang   Wolfgang T.
Born in Rheinfelden, living in Karlsruhe, Germany
IT-Manager
Member of ATTAC
Chief Editor of TV-ORANGE
E-Mail to Wolfgang
Hans-Ruedi   Hans-Ruedi S. (HRS)
Born/resident in Zurich, Switzerland
Fiduciary and technical merchant
Member of Tax Justice Network Europe
Board Member of MoMo
Goals: MORE GLOBAL FINANCIAL CORPORATE TRANSPARENCY
E-Mail to Hans-Ruedi
Manfred   Manfred G., based in Austria, is the founder of the platform geldmitsystem.eu. In daily life he is an author, and teaches philosophy, which led to his questioning our current monetary system. Manfred is also a graphic designer and the creator of the "Banks need Boundaries!" logo.
E-Mail to Manfred
Reinhold   Reinhold M. is the initiator of the political referendum ("Banken-Volksbegehren") in Austria. In his professional life he is a systems analyst. In private he is not only interested in monetary reform but also a bamboo enthusiast.
E-Mail to Reinhold
Michael   Michael K. is Scots-Polish, based in Switzerland, and our external advisor and blogger. He began his career translating PR texts into English, and still thinks in slogans.

 

"Banks need Boundaries!" in no way endorses prejudice or violence against bankers or other minorities. Often enough, bankers are merely agents of a system they don't understand, trying to get by like everyone else. Undoubtedly, some do abuse their power, but harming them in return fails to fix the root cause of financial crises, which is the monetary system itself, and can be changed.